Come già detto, all’interno di questa categoria di autoveicoli possiamo trovare diverse e più specifiche tipologie. Ognuna di esse ha caratteristiche simili, ma nello stesso tempo profonde differenze.

Una prima tipologia è quella mansardata. Questo camper corrisponde in realtà all’autocaravan. Ha la particolarità di avere oltre gli spazi soliti anche un posto letto sulla cabina guida. Lo svantaggio è legato alla forma che determina un forte impatto quando c’è vento. Sono molto elevati anche i consumi. Ideale per una famiglia con più figli.

Vi è poi quello semi-integrale. Rispetto a quello precedente ha sempre ampi spazi, ma ha una forma più aerodinamica poiché è privo di posto letto sulla cabina. Destinato prevalentemente per coppie.

C’è poi il camper integrale o motorhome. E’ caratterizzato da una struttura più omogenea. E’ l’autoveicolo più acquistato proprio per spazi, guidabilità e consumi.

C’è infine il camper puro che in realtà altro non è che un furgone attrezzato. Il vantaggio di questa tipologia è che può essere utilizzato sia per lunghi viaggi sia nel quotidiano.