L’idea dei camper e dei veicoli ricreazionali nacque nel secondo decennio del secolo scorso, quando l’automobile divenne accessibile anche a quella classe sociale non elitaria. In quello stesso periodo, qualche pioniere del viaggio on th road immaginò di poter vivere l’automobile al 101 %; non era più un semplice mezzo di trasporto, ma divenne anche un mezzo multiforme e ricreazionale. Fiat colse la palla al balzo e si mise subito a lavorare per cercare di soddisfare quella nuova e curiosa necessità; già all’epoca mise a disposizione una varietà di autovetture e veicoli commerciali leggeri che funsero da base per le prime rivoluzionarie trasformazioni.

Oggi, come allora, Fiat si muove in prima linea, proponendo sul mercato dei camper il primo veicolo ricreazionale a trazione integrale 4×4, il concept Fiat Ducato 4×4 Expedition.

Presentato allo Show Camper Van e prodotto in collaborazione con l’allestitore francese Dangel, il concept Ducato 4×4 da spedizione è allestito su una base estesa longitudinalmente, e diventa un camper rugged a trazione integrale con più spazio in altezza rispetto al modello base, permettendo quindi ai viaggiatori un’ottima abitabilità oltre che alla modalità di guida “automobilistica” e ad un motore diesel Multijet II. L’unità è in grado di erogare 150 cavalli a 3.600 giri, aventi una coppia massima di 350 Nm disponibile già a 1.500 giri. La trazione integrale installata è di tipo permanente, con 2 scatole di rinvio e un giunto viscoso centrale a funzionamento automatico.
Il dispositivo a trazione integrale permette l’ottimale ripartizione della coppia motrice tra le ruote frontali e quelle posteriori, assicurando la trazione su fango, neve e sabbia. Il propulsore è solo il 2.3 da 130 Cavalli sia per i modello di tipo furgonato che come modello cabinato base per i concept motorhome.

Il Ducato, grazie alle nutrite combinazioni e modifiche della carrozzeria, grazie alla polivalenza del telaio, alla forma squadrata e regolare del vano di carico ed alla guida di tipo automobilistico, è il fiore all’occhiello (più venduto) nei principali mercati europei, al punto che i lettori tedeschi della rivista Promobil lo hanno eletto come “Migliore base per i camper”, per il 2017.
All’interno l’arredamento è costituito da un mobilio definito da linee essenziali, ma allo stesso tempo eleganti e moderne; sono presenti un sistema d’illuminazione integrato ed un impianto audio a due televisioni a scomparsa. Per l’installazione del sistema a trazione integrale, invece, come già accennato, interviene l’allestitore francese Dangel, un produttore che opera nel settore da oltre di 35 anni e che ha realizzato l’assetto rialzato e la trazione integrale permanente con giunto viscoso centrale e differenziale posteriore auto bloccante.

Completano l’allestimento il verricello anteriore e la copertura completamente attrezzata, oltre che parzialmente calpestabile, in maniera tale da poter essere utilizzata come zona esterna posizionata ad oltre due metri e mezzo da terra. Un punto di forza del modello, inoltre, è rappresentato dai numerosi dispositivi di sicurezza attiva e passiva, che permettono di viaggiare in piena tranquillità, come ad esempio il controllo elettronico della stabilità (ESC), l’Hill Holder, il sistema di anti pattinamento (ASR) ed assistenza elettronica alla frenata d’emergenza (EBA). Gli ausili alla guida includono il Traction+ e l’innovativo sistema Hill Descent Control, che aiuta ad affrontare le discese più ripide a bassa velocità, la segnalazione del superamento di corsia (LDWS), il riconoscimento della segnaletica stradale (TSR) ed infine, la gestione automatica degli abbaglianti (HBR).
Infine la dotazione di serie si arricchisce con molte novità tecnologiche; un chiaro esempio è rappresentato dal supporto per tablet con presa USB, radio UConnect NAV con display touch-screen e navigatore integrato e telecamera posteriore per retromarcia.